Buona idea abolire le tariffe minime


Le liberalizzazioni non si possono fare tutte insieme. Costano molto, da tanti punti di vista, soprattutto da un punto di vista sociale e politico. Giavazzi ed Alesina lo avevano proposto: fate tutto insieme, cosi’ nessuno non si potra’ lamentare di essere l’unico a pagare. Vero, in teoria, perche’ la realta’ e’ sempre piu’ complessa. Pero’ si puo’ cominciare a stabilire dei principi, che poi valgono per tutti, come ad esempio quello di abolire le tariffe minime dei professionisti. Un po’ di concorrenza non ha mai fatto male a nessuno, e oltre ad una diminuzione dei prezzi e’ anche piu’ probabile avere professionisti preparati, i quali dovranno convincere i clienti ad andare da loro con prezzi piu’ bassi, competenze piu’ elevate, oppure piu’ servizi. Certo, dovranno lavorare di piu’, ma i consumatori (ovvero tutti gli altri) ringrazieranno.

Un altro principio e’ quello di separare reti e vecchi monopoli. Sembra si iniziera’ dal gas, per i treni aspetteremo un po’ di piu’, ma da qualche parte bisognera’ pur cominciare….

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *