Commento al risultato elettorale di Pontremoli*


Siamo freschi di risultato elettorale a Pontremoli, cosi’ ho pensato di divagare ancora dai temi di solito trattati in questo blog per scrivere due righe di commento oltre quanto gia’ scritto qualche giorno fa.

Vincitori e vinti

La lista Cara Puntremal guidata da Lucia Baracchini ha vinto la partita oltre ogni ragionevole dubbio. Tuttavia, quello che emerge dall’analisi del voto e’ l’immobilismo elettorale. Comparato con il 2011, le prime due liste hanno preso gli stessi voti. Se guardiamo alle percentuali, la lista Cara Puntremal ha vinto con il 57% dei consensi. Nel 2007 la lista del vincitore Gussoni ottenne il 40%, ma le due liste di Ferri e Cocchi, temporaneamente divisi nell’area di centro-destra, insieme presero il 55%, che e’ esattamente quanto ottenuto da Marino Bertocchi per diventare sindaco nel 2004 e poco meno di quanto ottenuto da Enrico Ferri per vincere nel 1999. Potrei continuare, ma il punto e’ chiaro. In teoria non c’e’ nulla di male, ma in pratica il rischio e’ che il consenso elettorale non sia legato all’operato dell’amministrazione, bensi’ ad altro.

Il secondo aspetto, quasi banale, e’ che l’opposizione alla coalizione del Sindaco uscente ha fallito. La sinistra fatica a trovare un leader in grado di unire e di andare oltre il proprio bacino elettorale, cosi’ che le liste di Mazzoni e di Battaglia hanno parlato solamente ai propri elettori. Anche in questo caso vien da dire nulla di nuovo sotto il sole. Ad esempio, quando Gussoni divento sindaco nel 2007 dovette contendere anche con una lista guidata da Paolo Zammori, anch’egli di centro-sinistra. L’obettivo dovrebbe essere quello di rompere gli argini e formulare una proposta politica che unisca la sinistra, ma che parli anche ad un elettorato diverso, cosa che ne’ Mazzoni ne’ Battaglia sono stati in grado di fare.

In questo caso specifico, la crisi della sinistra pontremolese ha problemi simili a quelli che aveva la sinistra nazionale nell’era pre-renziana ed i tentavi di superare questa fase sono evidenti negli errori commessi. Da una parte, i giovani pare siano caduti nella trappola che aveva frenato la corsa alla segreteria di Renzi, ovvero seguire la chimera della rottamazione tout court senza essere in grado di selezionare le forze e le conoscenze migliori che esistono nella vecchia guardia. Dall’altra, una minoranza interna apparsa piu’ interessata a contendere il ruolo di leader dell’opposizione piottosto che tentare l’assalto per guidare il Comune.

La buona notizia e’ il Consiglio comunale profondamente rinnovato con piu’ donne e piu’ giovani. Senza contare il Sindaco, Mariaelena Cresci ed Elisabetta Sordi, oltre all’immancabile Clara Cavellini, portano la presenza femminile al 25% dei Consiglieri, dato che avvicina Pontremoli alla media nazionale del 28%. Inoltre, i nuovi arrivi di Cresci e Sordi, con Emanuele Emiliano Ferrari e Gregorio Petriccioli,** e la conferma di Francesco Mazzoni, assicurano una ventata di aria fresca che puo’ solo fare bene alle politiche della citta’.

La triste realta’ e la sfida

La triste realta’, purtroppo, e’ che la Baracchini ha vinto per inerzia, e non per le scelte fatte negli ultimi cinque anni. Pontremoli e’ una citta’ che muore, Dal 1921, anno in cui abbiamo registrato il punto piu’ alto con 16552, gli abitanti nel 2014 secondo una stima di Comuni Italiani erano solamente 7633. Hanno votato meno meno di 5000 persone. Il grande pericolo e’ che l’attuale amministrazione, inebriata dalla vittoria, si sieda sugli allori e badi all’ordinario, senza capire che la citta’ ha bisogno di passi straordinari per uscire dal torpore nella quale si trova da troppo tempo. Abbiamo assistito ad una campagna elettorale che elogiava l’istallazione di bidoni e la ripavimentazione di parcheggi, mentre al territorio manca una vocazione di fondo sulla quale ragionare per i prossimi 20 o 30 anni. La politica serve a questo, le sfide sono tante e ci sara’ bisogno di qualcosa di piu’ della contrapposizione tra Guelfi e Ghibellini per sopravvivere. La cortina di Cacciaguerra pare ancora troppo alta.

*post scritto molto velocemente, potrebbe contenere refusi

** Correzioni in corsivo del 16/6/2016

Tag:,