Corruzione: Italia si conferma tra gli ultimi in Europa


Secondo la classifica preparata da Transparency International dell’indice sulla corruzione percepita (Corruption Perceptions Index – CPI, in inglese), l’Italia e’ al 69esimo posto su 177. Nel 2012 l’Italia era al 72esimo posto e la valutazione complessiva e’ migliorata, seppur di pochissimo (42 punti contro i 43 di quest’anno). Siamo tra gli ultimi nell’Europa a 28, superati solo da Grecia e Bulgaria, condividiamo il terzultimo posto con la Romania e siamo abbondantemente dietro a Slovacchia e Repubblica Ceca che occupano, rispettivamente, la 61esima e la 57esima posizione. Certo, si dira’, la classifica e’ basata sulla percezione e non sulla corruzione reale, ma questo indice offre comunque una buona visione d’insieme.

La valutazione dei paesi dell’eurozona e’ impietosa:

Questo e’ solo un piccolo reminder a tutti coloro che sostengono con incosciente leggerezza come l’euro sia l’origine di tutti i mali dell’Italia. La crisi dell’Italia non e’ causata dall’euro, al limite l’euro e’ lo strumento che non ci permette piu’ di barare e ci pone di fronte alle vere sfide del nostro Paese: competitivita’,  competitivita’,  competitivita’.

AGGIORNAMENTO: Mi sono dimenticato la Spagna che con una valutazione di 59 punti si piazza tra Slovenia e Portogallo.

Tag:, ,