EUISS Alert – Sanzioni: obiettivi e bersagli mobili


L’Istituto dell’Unione europea per gli studi sulla sicurezza (EUISS) ha pubblicato un breve Issue Alert che ho scritto dal titolo “Sanzioni: obiettivi e bersagli mobili”.

Il problema e’ che siamo abituati a pensare alle sanzioni internazionali come se fossero frecce scoccate verso bersagli statici.. Tuttavia, non solo i bersagli sono mobili, ma lo sono anche gli obiettivi dell’Unione Europea che, in effetti, possono cambiare nel tempo. Da un lato i bersagli si adattano alle sanzioni e cercano di sfuggire, mentre dall’altro il contesto nel quale i bersagli si muovono puo’ cambiare. Un nuovo scenario internazionale puo’ far cambiare le priorita’ e, quindi, anche gli obiettivi. Ad esempio, se il programma nucleare iraniano era la minaccia piu’ seria alla stabilita’ del Medio-Oriente nel 2010, questa minaccia e’ oggi rappresentata dall’ISIS. Se il presidente Assad era la minaccia piu’ importante per il popolo siriano nel 2012, oggi questo giudizio pare piu’ difficile da emettere. Il mio breve commento riflette su questi temi e suggerisce all’Unione Europea di adottare un approccio pragmatico nell’utilizzo delle sanzioni.

L’Alert puo’ essere scaricato qua, buona lettura.

 

Tag:, ,