L’arsenale dei ribelli ucraini


Pezzo molto interessante di Tom Parfitt su The Telegraph riguardo l’arsenale in mano ai ribelli in Ucraina. In sostanza, i ribelli avrebbero:

– carri armati T-64;

– un carro armato T-54 prelevato da un museo di Donetsk;

– missili terra-aria di fabbricazione russa Igla;

– armi leggere e da assalto fornite dai russi oppure presi dalle basi abbandonate dall’esercito ucraino;

– unita’ di artiglieria Grad;

– e l’ormai famoso sistema antiaereo Buk.

L’elemento interessante dell’articolo e’ nel seguente paragrafo:

the Buk could not have been operated without Russian help. […] the rebels had two Buk launchers at most, and most likely they have already been ghosted away to Russia.

Quindi e’ altamente improbabile che i Buk possano essere stati utilizzati senza il supporto russo, ed e’ altamente probabile che i Buk, se veramente utilizzati per l’abbattimento del MH17, non si trovino piu’ in territorio ucraino. Per buona pace dell’indagine internazionale.