Lasciamo da parte la stupidita’, i tedeschi sanno far di conto


In tempi di crisi per l’eurozona, c’e’ una ragione per la quale i grandi gruppi tedeschi hanno interesse che la situazione di stallo continui ancora per un po’. Lo Spiegel la scrive chiaramente:

“Euro Crisi Will Help Germany Balance Its Budget”

Proprio cosi’. Quando in Spagna i conti sono saltati a causa di una bolla immobiliare e di una crisi del credito privata, quando in Grecia i conti pubblici sono da tempo fuori controllo con costi sociali incalcolabili, la Germania riuscira’ a bilanciare il proprio budget proprio grazie alla crisi. Come? Sempre dallo Spiegel:

“According to calculations conducted for the Financial Times Deutschland by the private research company Kiel Economics, a spin-off of the respected Kiel Institute for the World Economy (IfW), Germany will save a total of around €15 billion ($19 billion) in 2011 and 2012 as a result of low interest rates on government bonds. Berlin will save at least €10 billion in 2012 alone, the economists calculate. “We are expecting a balanced budget in 2013,” the IfW’s Jens Boysen-Hogrefe told the Thursday edition of the newspaper.”

Grazie a tassi di interessi bassissimi, che aggiustati all’inflazione danno rendimenti negativi sul Bund a 10 anni, la Germania dovrebbe risparmiare circa 15 miliardi di euro (pari ad un punto di PIL italiano) nel biennio 2011/2012 ed arrivare al pareggio di bilancio nel 2013. La Germania ha tutto l’interesse a tenere l’eurozona in questo stato, anche per dare la possibilita’ ai propri gruppi bancari esposti nei paesi eurodeboli di reagire alla crisi e tirare i remi in barca, quindi eviterei di ritenere i tedeschi stupidi, ma solo profondamente interessati. L’interesse degli altri paesi membri dovrebbe quindi emergere con forza nell’eurosummit di fine giugno, nel frattempo non ci dimentichiamo di fare i compiti a casa.

Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *